Natale a Villa Monga

Per i volontari di Nuova Acropoli della filiale di Verona è ormai una tradizione festeggiare il Natale insieme agli ospiti dell’istituto per anziani “Villa Monga”. Per porgere gli auguri ai “nonni”, come affettuosamente sono stati ribattezzati, i nostri volontari hanno organizzato, la domenica prima di Natale, una festa in cui sono intervenuti vari artisti. Nella grande sala della casa di riposo è salito sul palcoscenico Tiziano Gelmetti, famoso poeta veronese, che ha fatto rivivere i tempi passati recitando poesie in dialetto; si sono inoltre esibiti il gruppo di ballo della scuola Spazio Danza, sulle note del film Flashdance e Graziano Guandalini, apprezzato maestro di pianoforte. Non è mancata neppure la partecipazione del Papà del Gnoco, una figura storica del Carnevale veronese, che durante l’anno partecipa sempre volentieri alle iniziative benefiche per portare un sorriso ai meno fortunati. Ma ciò che più ha coinvolto gli spettatori è senza dubbio stata l’esibizione del coro Andabatànda, formato dagli alunni della scuola elementare “Giuliari” (VIII circolo di Borgo Roma), che ha interpretato, in dialetto, alcune canzoni natalizie della tradizione popolare. Inutile sottolineare quanto i nonni abbiano ancora una volta apprezzato la presenza dei bambini, e quanto sia loro piaciuto sentirli cantare canzoni dialettali che li hanno riportati ai tempi della loro giovinezza, quando il Natale era ancora una festa non puramente commerciale. Notevole il lavoro fatto delle insegnanti, che ogni anno scelgono tra i loro alunni una novantina di ragazzini, e che presentano il coro in varie manifestazioni di beneficenza.<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />

Il giorno di Natale, i volontari sono tornati nell’istituto, accompagnati quest’anno anche da un gruppo di scout, a portare un po’ di atmosfera natalizia a chi non può uscire dalla casa di riposo. Così, vestiti da pastori, da angeli e qualcuno pure da renna, hanno cantato, di stanza in stanza, varie canzoni natalizie per rinnovare ancora una volta gli auguri ai “nonni”. E non mancava neppure Babbo Natale, che ha consegnato loro dei regali preparati dai bambini della scuola elementare “Lorenzo Milani” di Palazzina e della scuola materna “San Domenico Savio” di Isola della Scala. Grande, anche in questa circostanza, la gioia degli anziani che non di rado si sono uniti al canto festoso, e che hanno particolarmente gradito il piccolo dono fatto dai bimbi.

È stato davvero bello vedere quanto sia facile portare un po’ di serenità agli anziani, che molto spesso sono lasciati soli, e come basti poco per rallegrare loro la giornata. Sicuramente è stato un pomeriggio che ha regalato molto anche ai volontari, che hanno donato volentieri parte del loro tempo nel giorno di Natale e sono stati ripagati dai sorrisi, dagli abbracci e dalle espressioni serene che hanno suscitato nei volti dei “nonni”.

 

Il poeta veronese Tiziano Gelmetti
Gli alunni della scuola elementare "Giuliari". Il gruppo della scuola Spazio Danza.
Il Papà del Gnoco
Alcuni momenti della festa nel giorno di Natale con gli anziani di Villa Monga.