La salvaguardia dei beni mobili

 

 

Edifici, statue, quadri, biblioteche, musei… sono tante le tipologie di beni culturali a rischio. Per questo motivo le squadre di volontari devono sapersi adattare alle diverse situazioni che si pongono loro davanti. Particolarmente delicata è la messa in sicurezza dei “beni mobili”. Statue, quadri o arredi sacri devono essere soventemente trasportati in un magazzino sicuro. Prima di poter fare questo i beni devono essere opportunamente catalogati dagli “schedatori” ed imballati dagli "imballatori".

Solo allora i "trasportatori" potranno traslare l’opera nell’automezzo –furgone o camion- appositamente adibito per il trasporto e portarlo al suo luogo di ricovero temporaneo.

 


Per maggiori informazioni sulla salvaguardia dei beni culturali e sulle attività di Nuova Acropoli, è possibile cliccare su uno dei link seguenti:

- Beni culturali e calamità naturali
- Le squadre PBC di Nuova Acropoli
- Argomenti trattati nei corsi di formazione
- La salvaguardia delle opere d’arte
- La salvaguardia dei beni archivistici e librari
- Ecologia e beni culturali