ESERCITAZIONE DI PRIMO SOCCORSO<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />

 

FEBBRAIO 2006

 

 

Il 5 febbraio scorso l’associazione Nuova Acropoli ha svolto un’esercitazione di Primo Soccorso per i neo-volontari.

L’appuntamento era alle 8:00 presso la sede di Viale Trastevere, per raggiungere in seguito Villa Celimontana, il suggestivo parco sul Colle Oppio, che vanta al suo interno resti di colonne di epoca romana ed un obelisco probabilmente di origine egizia.

I ragazzi sono giunti, pronti per sperimentare ciò che avevano imparato durante il corso. Il dottor Ercole De Santis ha rispiegato con acribia le varie fasi di intervento di primo soccorso, dall’arrivo sul luogo dove è accaduto l’infortunio alle varie operazioni da svolgere in caso di assenza di battito cardiaco o di respirazione (posizione anti-shock e posizione di sicurezza).

Inoltre il dottore ha fornito delucidazioni riguardo le tipologie di fratture e le varie posizioni in cui porre l’incidentato avvalendosi di un manichino e di un volontario.

Le spiegazioni sono state molto utili anche per i cosiddetti “vecchi” che così hanno potuto ripassare le tecniche di primo soccorso. Subito dopo i “novizi” sono stati chiamati a dare dimostrazione di ciò che avevano appreso.

Sei volontari hanno fatto da “cavie” fingendosi infortunati ed i neo-volontari hanno dovuto sperimentare le varie tecniche di soccorso, riuscendo in tutti i casi a fare un ottimo lavoro. Sono state fatte anche prove di respirazione artificiale e di massaggio cardiaco sul manichino.

Durante l’esercitazione si sono verificati due episodi che hanno creato l’ilarità generale: una bambina vedendo un volontario a terra ha richiamato l’attenzione del padre trascinandolo per vedere cosa accadeva ed un cagnolino è saltato su un volontario che era a terra (forse voleva provare una tecnica di soccorso…).

Lo scopo della giornata non era solo quello di esercitarsi, ma anche di rafforzare il rapporto tra i ragazzi che sono stati coinvolti in giochi all’aperto che sono seguiti all’esercitazione vera e propria.