Nuova Acropoli

CORSO DI FORMAZIONE

2008/2009

PESCARA

             

Esercitazione di San Bartolomeo 

18 Gennaio 2009

     

       

   

Continua la formazione degli aspiranti volontari che si sono iscritti al Corso di Formazione 2008/2009 organizzato con il patrocinio del Comune di Pescara e in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato.


       

Per raccontarvi questa giornata formativa lasciamo la parola

ad una di loro...

 

  

"Stanchi, espressioni vacue e pantaloni sporchi di fango. Beh, di certo non siamo i prototipi del volontario sorridente e in divisa che si vede in caricatura in certi opuscoli, ma siamo di ritorno da un’esercitazione presso l’eremo di San Bartolomeo e possiamo essere giustificati…!

 

  

   

 

    

L’appuntamento per i volontari di Nuova Acropoli Pescara è alle 8.15. La giornata si presenta serena e il sole riflesso sui volti compensa il desiderio negli occhi di un letto lasciato troppo presto per una domenica mattina.

   

   

  

   

    

I più grandi hanno detto che non sarà un’esercitazione facile, suscitando un po’ alla volta un clima di attesa carico di sana tensione. I neo volontari (ex corso di formazione 2007/2008) conoscono il punto di arrivo ma si cimentano in questo itinerario per la prima volta, per i nuovi arrivati (corso formazione 2008/2009), come tradizione, la meta è sconosciuta.

    

Arriviamo sul luogo di partenza e veniamo divisi in due squadre, si assegnano i ruoli ai vari componenti e quando tutti siamo pronti ciascun gruppo riceve la propria cartina.

   

    

    

   

 

Il primo lavoro è quello di identificare il punto in cui ci si trova e poi, seguendo le coordinate via radio, cercare il percorso più utile per arrivare nel minor tempo possibile alla zona indicataci.

  

  

   

  

 

     

Tra una caduta e una scivolata, una piccola pausa e una corsa, arriviamo dove ci sono stati segnalati via radio degli infortunati.

Li troviamo. E’ sicuramente strano vedere i nostri compagni simulare attacchi di panico e dolori diffusi, ma è nostro compito guardare al di là della finzione e pensarci proiettati in una situazione reale dove ci sarà richiesto un soccorso rapido, coordinato ed efficace.

 

 

     

    

Con il ritrovamento dei “feriti” la parte addestrativa si conclude e non resta che rifocillarci. Una breve sosta per smaltire i panini e poi… lungo la via del ritorno, che sembra ancora più faticoso. Comincia a fare fresco e le suole delle scarpe si divertono con il fango a farci scivolare a più non posso!

   

Arriviamo alle macchine sporchi e stanchi ma portiamo dentro di noi una lucina accesa che ci tiene felici, soddisfatti, perché comunque anche oggi siamo cresciuti un pochino e l’abbiamo fatto insieme.

  

Abbiamo lavorato in squadra aiutandoci l’uno con l’altro e pur non avendo mai perso di vista lo scopo della “passeggiata” ci siamo anche divertiti."

 

   

<<Per essere felici non bisogna fare tutto ciò che si vuole,

ma volere tutto ciò che si fa.>>

Tolstoj

   

 

   

  

Così si conclude la descrizione di questa giornata.

Se ti ha incuriosito, se ti ha suscitato la voglia di diventare un volontario informati  sul prossimo

 corso di formazione al volontariato!

A presto!