6 APRILE 2011

FIACCOLATA IN MEMORIA

DELLE VITTIME DEL TERREMOTO

Il 6 aprile 2009, nel cuore della notte, L’Aquila veniva colpita da una forte scossa di terremoto. Da allora questo giorno è per la città il Giorno della Memoria.  È il giorno, o meglio la notte, in cui ci si stringe attorno ad un ricordo e anche quest’anno una lunga fiaccolata ha attraversato le vie del centro storico per commemorare quell’evento che ha cambiato la vita di migliaia di persone.

Con le fiaccole accese, anche noi, volontari di Nuova Acropoli, abbiamo partecipato a quell’ideale abbraccio con il quale la città si è stretta attorno al ricordo delle vittime. Un abbraccio particolarmente forte, perché quella notte abbiamo perso tre nostri amici: Domenico Parisse, che non aveva ancora compiuto 18 anni, Flavia Spagnoli, appena ventenne, ed il suo papà Sandro, Responsabile Internazionale dell’Area di Ecologia e Protezione Civile della nostra Associazione.

"Il futuro appartiene a chi crede alla bellezza

dei propri sogni.

Eleanor Roosevelt

I 309 rintocchi risuonati a partire dalle 3:32, ora del sisma, hanno ricordato, uno per uno, coloro che non sono più fisicamente accanto a noi. Con un profondo abbraccio ci siamo uniti a loro ed alla nostra città, riconfermando l'impegno ad essere attivi ed utili nel contribuire alla sua ricostruzione.