Nuova Acropoli alla processione del Venerdì Santo<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />

L’Aquila- <?xml:namespace prefix = st1 ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:smarttags" />6 aprile 2007  

 

 

 

Nell’ambito delle celebrazioni della settimana santa, i volontari di Nuova Acropoli hanno dato il loro contributo ad uno dei momenti più sentiti dalla comunità aquilana in occasione della Pasqua, la processione del Cristo morto del Venerdì Santo.

 

 

 

 

 

Lungo la scalinata di San berardino

 

 

 

Alla processione, svoltasi nel centro della città a partire dalla Basilica di San Bernardino da Siena per passare davanti al Duomo di San Massimo, hanno partecipato centinaia di figuranti portando in parata simulacri, torce, statue, accompagnati dal canto del Miserere.<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />

 

 

 

 

 

I volontari di Nuova Acropoli, dislocandosi lungo il percorso seguito dal corteo, hanno svolto un servizio di assistenza al numeroso pubblico intervenuto ed hanno presidiato i punti illuminati da ceri e torce posizionati da loro in precedenza. <?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />

Posizionamento dei ceri - Durante l'uscita della processione

Anche in questa occasione Nuova Acropoli, coerentemente con quanto espresso dai suoi principi di cultura e solidarietà, ha risposto positivamente alla richiesta dei cittadini e dei Cavalieri del Venerdì Santo, organizzatori dell'evento, mettendo a disposizione una esperienza maturata in 50 anni di vita.<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />

Alcuni momenti al rientro nella Basilica