Esercitazione Regionale Tendopoli 2006

 

Si è tenuta Sabato 4 e domenica 5 Marzo l’esercitazione regionale di protezione civile che ha visto impegnati 120 volontari delle filiali di Siracusa, Floridia, Avola e Catania, i quali hanno allestito una tendopoli ed un campo di prima accoglienza presso la località siracusana denominata “Balza Akradina”, in via Politi Laudien.<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />

L’esercitazione ha preso il via sabato pomeriggio. Nella prima fase i volontari hanno provveduto al montaggio delle tende, all’approvvigionamento idrico ed al collegamento elettrico a mezzo di generatori. Hanno inoltre allestito la mensa e la sala operativa. Il tutto sotto la supervisione dei rappresentanti del  Dipartimento di Protezione Civile della Regione Sicilia che hanno seguito tutte le fasi del lavoro

Montaggio tende

La sera di sabato il campo era totalmente allestito ed è stato garantito un pasto caldo ai volontari simulando quello che sarebbe stato un servizio reso alla popolazione in caso di calamità. Si è trattato insomma di un’esercitazione a “360 gradi”, grazie alla quale sono state provate tutte quelle funzionalità necessarie per affrontare emergenze quali terremoti e alluvioni o sbarco profughi, evento purtroppo troppo frequente nella  nostar terra di Sicilia.

Il giorno successivo i volontari hanno fatto pratica di primo soccorso e soccorso tecnico con corde ed imbrachi. Tutti si sono provati nell'uso delle radio, mezzo necessario per assicurare una corretta comunicazione tra le squadre operative e, nell'arco dell'intensa giornata, si è dedicato uno spazio importante anche all'antincendio data l'importanza che riveste l'opera di prevenzione ed immediato intervento in caso di incendio boschivo  nella ormai prossima stagione calda.

 

Momenti dell'esercitazione di primo soccorso.
La cerimonia finale

Il campo si è concluso domenica mattina con una cerimonia che ha visto  la presenza degli assessori comunali Vinciullo e Corso, i quali hanno consegnato attestati e diplomi ai volontari ed hanno ricevuto delle targhe ricordo dell’attività.

 

Ancora una volta quindi un’esperienza efficace che ha dato prova dell’azione generosa ma al contempo competente e professionale che anima i nostri volontari nella loro azione.